Blog

Problema parcheggi al Museo di Caprera.
 

La Maddalena, 10 Febbraio 2011.

Il consigliere comunale del gruppo Montella, Massimiliano Guccini, ha indirizzato una lettera all’attenzione del Sindaco di La Maddalena, Angelo Comiti, sollevando il problema dei parcheggi presso il Museo Garibaldino di Caprera, che in occasione del 150 ° anniversario dell’Unità d’Italia sarà preso d’assalto dai visitatori.

Questo il contenuto della lettera.

“Egregio Sig. Sindaco,

Ogni anno si ripropone il problema riguardante la mancanza di parcheggi idonei per il Museo Garibaldino di Caprera.

Premesso che il corpo di Polizia Municipale fa il proprio dovere, è tuttavia da considerare che  i molti visitatori (110.000 solo nel 2010) spesso dopo la visita al Museo si vedono multati per aver parcheggiato dove non è possibile o per intralcio alla circolazione.

Questo non giova assolutamente all’immagine turistica dell’Isola perché i turisti già tartassati dal prezzo del biglietto del traghetto non conservano un bel ricordo della visita se devono pagare anche 30/40 Euro di multa, o peggio rinunciano a spendere i loro soldi nelle attività commerciali.

Io credo sia necessario e opportuno, nel contesto delle celebrazioni dell’Unità d’Italia, dove il Museo è fatto oggetto di molte attenzioni da parte di importanti Istituzioni, proporre al Comitato Organizzatore la possibilità di cerare un parcheggio adeguato che consenta ai molti visitatori, di non essere sanzionati e di poter usufruire di uno spazio di sosta funzionale ed efficiente.

La necessità di realizzare un luogo di sosta per le auto può senz’altro essere giustificata e supportata anche riguardo ai problemi della sicurezza. Le auto vengono posteggiate sul ciglio della strada antistante l’entrata del Museo. Le marmitte incandescenti delle auto se a contatto con l’erba secca possono provocare incendi con conseguenze imprevedibili. Si pensi inoltre come l’intralcio alla circolazione potrebbe impedire il transito dei mezzi di soccorso per le emergenze anche di carattere sanitario.

Come Lei sa bene le opposizioni  hanno richiesto da qualche tempo la possibilità di discutere del programma per le celebrazioni dell’Unità d’Italia in Consiglio Comunale al fine di conoscere la portata degli investimenti e di essere propositivi su questo argomento.

In attesa di una Sua risposta in merito, Le porgo i miei più distinti saluti”.

Commenti

commenti