Blog

Detrazioni fiscali in caso di genitori separati.
 

A cura del Dott. Pietro Fonnesu, Consulente del Lavoro.

Poiché entro il 31 maggio 2011 bisogna comunicare la situazione familiare per poter fruire delle detrazioni fiscali, si forniscono indicazioni utili riguardo la spettanza o meno di tale diritto.

In primo luogo va osservato che l’articolo 12 del D.P.R. 917/1986 non permette di ripartire liberamente tra i genitori le quote di detrazione per figli a carico. La detrazione spetta al 50% ciascuno, con la sola eccezione nel caso in cui la detrazione sia interamente attribuita al coniuge con il reddito più elevato.

La detrazione nel caso di separazione legale ed effettiva o di annullamento, scioglimento e cessazione degli effetti civili del matrimonio, spetta al genitore affidatario, in mancanza di diverso accordo scritto.

Nel caso di affidamento congiunto la detrazione, salvo diverso accordo scritto, è ripartita al 50%. Se il genitore affidatario o uno dei genitori affidatari non possa usufruire della detrazione per mancanza di reddito, la detrazione spetta all’altro genitore che, salvo diverso accordo, deve riversare all’altro la quota di detrazione usufruita.

 

Commenti

commenti