Blog

A cura del Dott. Pietro Fonnesu, Consulente del Lavoro.

Il versamento della seconda (o unica ) rata dell’ acconto Irpef dovuto per il periodo di imposta 2012 va effettuato entro e non oltre il 30 novembre 2012.

La rata che scade nel mese di novembre è pari al 60 % dell’acconto complessivamente dovuto.

La determinazione dell’acconto dovuto per l’anno 2012 va effettuata mediante metodo storico, che consiste nell’applicazione di una percentuale (il 99%) sul debito fiscale del 2011.

Per espressa previsione normativa, al contribuente è consentita la possibilità di proporzionare l’acconto dovuto in base al reddito presunto dell’anno 2012.

Inoltre, l’importo da versare come seconda rata può essere non solo ridotto ma anche omesso, senza applicazioni di sanzioni, purché l’acconto complessivo non sia inferiore a quanto dovuto a titolo di saldo Irpef per l’anno in corso, mentre se il contribuente prevede di non percepire redditi nell’anno in corso non è tenuto al versamento dell’acconto.

Sono esonerati dall’obbligo di versamento Irpef i contribuenti che nel 2011 non hanno conseguito redditi e, sempre per l’anno 2011, non hanno presentato la dichiarazione dei redditi in quanto non obbligati.

Inoltre, sono esonerati dal versamento dell’acconto Irpef anche gli eredi dei contribuenti deceduti fra il 1 gennaio 2012 ed il 30 novembre 2012. Condizione essenziale per il versamento dell’acconto è che il soggetto d’imposta esista nel momento in cui l’acconto è dovuto.

Commenti

commenti