Blog

36 persone portate in salvo dalla Guardia Costiera di La Maddalena.
 

Soccorso Guardia Costiera

Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di La Maddalena.

Sono state incessanti le richieste di soccorso ricevute dalla Sala Operativa della Capitaneria di Porto di La Maddalena, nella notte di giovedì 08 agosto, da parte di numerose imbarcazioni in difficoltà a causa della burrasca che si è scatenata nell’Arcipelago maddalenino intorno alle ore 22.00.

A causa delle raffiche di vento, che hanno raggiunto picchi di 56 nodi di intensità, sono state oltre quindici le chiamate di assistenza da parte di unità finite alla deriva o arenate sui bassi fondali.

La Motovedetta SAR CP 870, con al Comando il Primo Maresciallo Stefano BRIGIDA, insieme al suo equipaggio composto dal 2° Capo Gianni ROMANO e dal Sergente Piero BONANNO, è rimasta ininterrottamente in mare per oltre otto ore, per dare assistenza a nove unità in difficoltà, di cui otto imbarcazioni a vela e un natante.

Tra gli interventi più significativi, coordinati con grande professionalità per tutta la notte dalla Sala Operativa del Centro V.T.S. di Guardia Vecchia, un catamarano con a bordo quattro persone di cui due bambini, a causa del cambiamento repentino delle condizioni metereologiche ha perso la presa dell’ancora cominciando a scarrocciare pericolosamente, senza alcun controllo fino ad incagliarsi nei bassi fondali vicino alla spiaggia di Cala Santa Maria.

Fondamentale e determinante per la messa in sicurezza delle unità e la prevenzione di qualsiasi forma d’’inquinamento marino è stato anche è stato il contributo fornito dalla Ditta Delogu, specializzata in lavori subacquei, con il rimorchiatore “VERA PR 30” che nel corso della lunghissima nottata ha disincagliato e portato in sicurezza 6 imbarcazioni.

Alle ore 03.00 circa sono state impiegate anche le dipendenti Motovedette CP 706 e CP714 per regolare l’ancoraggio delle numerose unità presenti in rada e per la messa in sicurezza di alcune unità, tra le quali una barca a vela latina e una zattera alla deriva, senza nessuno a bordo, nelle acque prospicienti Cala Gavetta.

Sono in totale 36 le persone portate in salvo grazie al prezioso contributo dei militari che, nonostante le proibitive condizioni meteorologiche non hanno mai smesso di svolgere con grande professionalità il loro lavoro.

Al pubblico ringraziamento alla Ditta Delogu per il prezioso concorso assicurato per la felice riuscita delle diverse operazioni di soccorso ed assistenza, si ritiene doveroso altresì testimoniare in questa sede il più vivo apprezzamento a tutto il personale militare dipendente in servizio di Guardia e delle Unità Navali impiegate, che coordinato con grande professionalità dal Capo Servizio Operazioni, C.C. (CP) Rosario MORELLO, ha consentito di assicurare la sicurezza della vita umana in mare dei tanti diporti sorpresi dall’inattesa burrasca.

Commenti

commenti