Blog

I Carabinieri del Comando Provinciale arrestano due persone e sequestrano oltre 80 piante di marijuana. Altri arresti in provincia.
00
 

Carabinieri-Nucleo-Radiomobile

Sassari, 16 Luglio 2015

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri del Comando Provinciale, in due distinte operazioni, hanno scoperto altrettante piantagioni di marijuana, una alla periferia di Sassari e una nelle campagne tra Osilo e Sassari.

I militari del Nucleo Investigativo provinciale, dopo un lungo appostamento, hanno sorpreso il trentenne D. A. e la sua compagna L. U. di 27 anni, entrambi disoccupati, mentre innaffiavano 51 piante di canapa indiana, ben occultate tra la vegetazione del loro giardino.

Gli arbusti, alcuni dei quali già alti oltre due metri, se immessi sul mercato avrebbero procurato un introito di oltre 25.000 euro.

Durante la perquisizione è stata trovata altra marijuana essiccata e pronta per lo smercio, per un peso di circa 1,5 kg.

L’uomo e la donna sono stati tratti in arresto e nell’udienza per direttissima che si è celebrata nella tarda mattinata odierna, il Giudice ha convalidato l’arresto e disposto gli arresti domiciliari per A. D. e l’Obbligo di Dimora per U. L.

In un’altura impervia nelle campagne tra Osilo e Sassari i Carabinieri della Compagnia di Sassari, durante una perlustrazione ad ampio raggio in collaborazione con i Barracelli del posto, hanno rinvenuto altre 33 piante di marijuana ben nascoste tra la macchia mediterranea, che  sono state estirpate e poste sotto sequestro insieme a tutta l’attrezzatura ed all’impianto (impianto a goccia alimentato con una batteria).

VALLEDORIA

Verso il mezzogiorno di ieri, i Carabinieri della Tenenza di Valledoria hanno arrestato D.A., una 18enne di origini slave ma naturalizzata italiana e residente a Collegno, sorpresa in flagranza durante un furto in appartamento.

La giovane, che ha altri precedenti, dopo aver forzato la porta finestra di un’abitazione di Corso Europa, si era già impossessata di preziosi in oro e quasi 500 euro in contanti.

Con l’arrivo dei Carabinieri è stata recuperata tutta la refurtiva, per un valore complessivo di circa 2.000 euro, che è stata restituita al proprietario.

Per la giovane, che ha trascorso la notte nella camera di sicurezza della caserma, con l’udienza per direttissima nella mattinata odierna il Giudice ha convalidato l’arresto ed ha disposto l’obbligo di dimora a Collegno; pertanto entro 48 ore dovrà lasciare l’isola per presentarsi ai Carabinieri del luogo di residenza.

Legione Carabinieri Sardegna.

Share This: