Blog

La Giunta Regionale ‘disattiva’ il punto nascita di La Maddalena con apposita Delibera.
00
 

 

'Paolo Merlo'  La Maddalena

‘Paolo Merlo’
La Maddalena

La Maddalena, 29 Luglio 2015.        

Si prende atto, durante i lavori del Consiglio Comunale celebrati in data odierna, della pubblicazione della Delibera della Giunta Regionale n. 38/12.

Nel documento viene previsto che:

“In considerazione  delle  condizioni  di  insularità,  per  il  punto  nascita  di  La  Maddalena  è previsto  un  programma  di  disattivazione  del  punto  nascita  condizionato  alla  piena efficacia  del  sistema  di  elisoccorso  regionale  e  alla  definizione  e  attuazione  di  un  piano specifico  di  emergenza  che  garantisca  la  possibilità  di  affrontare  le  urgenze  ostetriche, da  parte  di  equipe  specialistiche  del  Presidio  ospedaliero  unico  di  area  omogenea,  nel rispetto  di  logiche  organizzative  che  assicurino  la  circolarità  delle  competenze.”

 

L’amministrazione Comunale di La Maddalena si dichiara fortemente insoddisfatta e contraria della previsione normativa riguardo al punto nascita dell’ospedale Paolo Merlo. La tutela della donna e del nascituro non può essere in alcun modo garantita da nessun volo di elicotteri ma solo ed eslusivamente da una equipe medica e infermieristica in grado di rispondere prontamente ad ogni tipo di complicanza che purtroppo spesso si registrano nel momento della nascita che resta sempre imprevedibile.

 

Oltre alla tutela del Punto Nascita è indispensabile porre in essere la strutturazione di tutti gli altri ambiti del presidio opsedaliero di La Maddalena quali il pronto soccorso, il reparto di medicina con i letti oncologici, la dialisi, la camera iperbarica, la pediatria, il laboratorio analisi e la radiologia.

 

La previsione normativa, come accaduto giá in passato, non tiene conto del fattore meteo, che spesso aggrava la situazione di insularità rendendo pericolosamente inopportuno e grave procedere con qualsiasi soppressione o modifica in negativo dei servizi attualmente erogati. Non vorremmo che sia necessario che si arrivi al decesso di qualche paziente per far capire l’erroneità della scelta.

 

Amministrazione Comunale

 

 

Share This: