Blog

Natale sicuro in Sardegna: le Fiamme Gialle sequestrano oltre 4 milioni di prodotti contraffatti e non sicuri
00
 

Smantellata – mediante un’articolata operazione – la filiera di approvvigionamenti gestita da soggetti di origine straniera radicata nel territorio regionale. In particolare, è stato individuato un capannone situato nell’Hinterland Cagliaritano, vero e proprio “HUB COMMERCIALE”, che costituiva base di smistamento di merce non sicura, giocattoli e prodotti elettrici decorativo natalizi, nonché merce recante marchi contraffatti.
L’operazione di servizio condotta dai Finanzieri dei Comandi Provinciali di Cagliari e Sassari ha consentito di individuare il flusso commerciale di approvvigionamento della merce (container provenienti dalla terra ferma) e di sequestrare oltre 4 milioni di articoli relativi agli addobbi natalizi e luminarie decorative in violazione all’art. 470 c.p. (vendita o acquisto di cose con impronte contraffatte di una pubblica autenticazione o certificazione), oltre 1.000.000 di giocattoli privi dei requisiti di sicurezza in violazione agli art. 474 c.p. (introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi), 648 c.p. (ricettazione) e art. 31 D.lgs 54/2011 (direttiva 2009/48/ce sulla sicurezza dei giocattoli), recanti marchi contraffatti delle principali società di produzione tra cui la “Walt Disney” e la “Marvel”, nonché altri generi di prodotti (scuola, cosmesi, cover per smart-phone, occhiali, articoli tessili e igiene) recanti il marchio “CE” contraffatto, con il deferimento all’Autorità Giudiziaria di 5 responsabili e la segnalazione per l’irrogazione di sanzioni amministrative per oltre 100.000 euro.
Gran parte della merce è risultata essere, inoltre, contrassegnata da una marcatura “CE” contraffatta, riportando un logo che è in realtà espressivo della sigla “China Export” e quindi non solo non conforme ai citati requisiti legali ma ingannevole per l’acquirente finale. La normativa di settore prevede stringenti prescrizioni in ordine al contenuto delle etichette apposte ai singoli prodotti, che devono necessariamente riportare le informazioni minime relative al produttore o all’importatore comunitario, l’eventuale presenza di sostanze che possono arrecare danno alla salute o all’ambiente, i materiali impiegati ed i metodi di lavorazione del prodotto nonché le istruzioni (anche in lingua italiana) e le eventuali precauzioni d’uso.
Il piano di interventi disposto dal Comando Regionale Sardegna si colloca nell’ambito della missione istituzionale del contrasto all’illegalità economica e finanziaria, con lo scopo di reprimere i fenomeni di abusivismo e tutelare il corretto andamento del mercato dei beni e dei servizi. Infatti, il rispetto delle regole in materia di libera concorrenza costituisce presupposto essenziale per la salvaguardia degli onesti operatori del settore.

Cagliari, 22 Dicembre 2016

Share This: