Blog

La Maddalena: il Tar Sardegna dà ragione al Comune e dichiara legittima la tassa di sbarco.
 

Il Tar Sardegna dà ragione al Comune e dichiara legittima la tassa di sbarco decisa dal Comune di La Maddalena. Il sindaco Montella: “La conferma ulteriore che la nostra amministrazione opera nel rispetto della legge e negli interessi della comunità. Questa è la differenza tra noi e chi pensa che amministrare significhi stare al di sopra della legge”.

Con la sentenza del Tar Sardegna pubblicata il 9 maggio, la Camera di Consiglio presieduta da Caro Lucrezio Monticelli, ha espresso il giudizio nel merito sul contributo di sbarco. Contro la decisione dell’amministrazione Montella un gruppo di cittadini e società (Corsara Crociere srls, Nunzio Gabriele D’Arco Nunzio, M.J.Tours snc, Albatros Pluriservizi Sas, Fn srl, Augusta Romani, Trasportourist snc, Linea delle isole di Salvatore Manca, Costa Tour si Nunzia Costa, Colorado srl, Lorenzo morello, Se Simei Elena Trasporti marittimi) si erano rivolti al giudice amministrativo chiedendo la sospensione del provvedimento e poi la revoca. Dopo aver respinto la richiesta di sospensiva, il Tar si è pronunciato nel merito riconoscendo la legittimità della decisione del Comune, difeso dall’avv. Franco Pilia.

Soddisfatto il sindaco Luca Montella. “La sentenza del Tar conferma che, quando le scelte sono giuste e ponderate anche dal punto di vista giuridico diventano atti dovuti – commenta il primo cittadino -. Quando un tribunale dà ragione a un ente locale con motivazioni così chiare e inattaccabili, non solo conferma la bontà di una scelta dal punto di vista giuridico ma anche il coraggio di una decisione politica fatta per gli interessi della comunità. Dispiace che qualche altro consigliere non abbia la stessa visione o forse non persegua gli stessi nostri obiettivi. Questa è la vera differenza tra noi e chi pensa che amministrare significhi stare al di sopra della legge. Rumore e sostanza non sono la stessa cosa. Sono e siamo orgogliosi di appartenere a chi crede ancora nella legge e nella sostanza”.

Commenti

commenti