Home » News » News » Comunicati » Due soccorsi della Guardia Costiera: Imbarcazione in fiamme e peschereccio a fondo.

Capitaneria di Porto- Guardia Costiera La Maddalena.

Comunicato Stampa del 23 Agosto 2011.

Giornate movimentate per la Guardia Costiera maddalenina diuturnamente impegnata  su più fronti lungo i 166  km di sviluppo costiero del Compartimento Marittimo.

Sono le 12.40 di ieri, quando la Sala Operativa della Capitaneria di Porto Guardia Costiera di La Maddalena viene allertata da un catamarano in navigazione nei pressi dell’Isola di Razzoli, che riferisce di avere a bordo una ragazza di 27 anni in preda a crisi convulsive.

In pochi minuti la motovedetta SAR CP 870 mollava da Cala Gavetta con a bordo il personale paramedico della Croce Verde, precedentemente allertato.

Nel volgere di poco più di trenta minuti l’intera operazione di soccorso veniva portata a termine e la ventisettenne spagnola veniva affidata all’ambulanza della Croce Verde pronta a partire verso il locale presidio ospedaliero.

Passate tre ore dal termine della prima emergenza gli uomini della Capitaneria di Porto  – Guardia Costiera di La Maddalena ricevevano una seconda richiesta di soccorso per una ragazza di Milano, anch’essa ventisettenne, colta da malore sulla spiaggia di Cala Coticcio.

Immediatamente veniva disposto l’intervento in zona del battello veloce Hurricane GC A 11, già in mare per la giornaliera missione di Polizia Marittima e Vigilanza Ambientale, che giunto a Cala Coticcio imbarcava l’infortunata e dirigeva verso il porto di Cala Gavetta dove già l’attendeva l’ambulanza della Croce Verde, allertata precedentemente dalla Sala Operativa di Guardia Vecchia tramite il 118.

Altre 2 emergenze in data odierna: la prima in località Isuledda in  comune di Arzachena, alle ore 15 circa, dove un natante a motore di metri 7.5 con motore fuoribordo, marca  Honda di 200 HP, del centro diving “Compagnia dell’Avventura” di Arzachena, per cause tutt’ora in corso di accertamento con una persona a Bordo: S.G di anni 47 di Roma, si incendiava in porto.

Prontamente soccorsa da personale del centro diving  e poi da personale della Protezione Civile e della Guardia Costiera veniva trasportata dapprima al Pronto Soccorso di Olbia e successivamente al centro grandi ustionati di Sassari con ustioni di 2° grado al 18% del corpo.

La seconda, in località Capo Testa, in Comune di S. Teresa Gallura, alle ore 15:30 circa,  dove, per una probabile disattenzione del Comandante, un piccolo peschereccio a motore di mt 7,20 della Cooperativa Pescatori locale finiva sugli scogli e subito dopo si inabissava su un fondale di circa 10 mt.

Il Comandante, G.I. di anni 54 di Santa Teresa Gallura,  unica persona a bordo, veniva prontamente recuperato da una imbarcazione in transito in zona che avvisava dell’accaduto la Guardia Costiera.

Immediatamente veniva inviata sul posto una unità veloce che, constatate le buone condizioni di salute del naufrago scortava l’unità in porto.

Sono in corso le operazioni di recupero dell’unità inabissata per evitare eventuali spandimenti di idrocarburi in una zona di particolare pregio quale quella di Capo Testa.

Massimiliano Marras

Pubblicità

UAU MOBILE APP

Vuoi collaborare con noi?

Entra nel team di lamaddalena.TV

Si cercano professionisti che lavorino da remoto (smart-working) con disponibilità immediata.

lamaddalena.TV su Instagram

Connection error. Connection fail between instagram and your server. Please try again

Pubblicità

Pubblicità