Home » News » News » Attualità » La tartaruga “Giuseppina” è libera, restituita alle acque dell’Arcipelago.

Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena – Comunicato stampa del 9 Settembre 2011.

Liberato in prossimità della costa dell’isola di Spargi l’esemplare di tartaruga marina Caretta caretta che era stata soccorsa lo scorso mese di giugno su segnalazione del Sig. Salvatore Roccaforte.

Giuseppina, così era stato battezzato l’animale, è stata restituita al mare dell’Arcipelago dopo tre mesi di cure e assistenza.

L’operazione di liberazione di Giuseppina è avvenuta sotto l’egida dell’Ente Parco coadiuvato dalla società Naturalia e in collaborazione con la Clinica veterinaria “Duemari” di Oristano, il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale della Regione Sardegna, alla presenza del personale della Capitaneria di porto di La Maddalena.

Anche il momento della liberazione rientra tra le attività curate dall’Ufficio ambiente del Parco Nazionale nel quadro della Rete regionale per la conservazione della fauna marina in difficoltà, servizio organizzato dall’Assessorato alla difesa dell’ambiente della Regione Autonoma della Sardegna e realizzato dall’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena.

Impigliata in una rete da pesca, Giuseppina era stata recuperata e trasferita dopo 24 ore di osservazione alla clinica “DueMari” di Oristano per accertamenti.

L’esemplare, in buono stato di salute, non mostrava infatti problemi apparenti, fatta eccezione per un segno rosa sulla gola, causato dalla rete in cui era rimasta intrappolata. Nel corso della permanenza in clinica, l’animale ha recuperato completamente tutte le funzioni consentendo una liberazione senza grandi difficoltà nel mare dell’arcipelago.

Nei mesi di permanenza in clinica il responsabile si è tenuto costantemente in contatto con l’Ente Parco per dare informazioni sullo stato di salute di Giuseppina e concordare la data di liberazione della piccola Caretta caretta.

Al momento altri due esemplari di Caretta caretta sono in cura dopo essere stati recuperati nelle acque dell’Arcipelago di La Maddalena in attesa di essere restituite al mare.

La prima, Garibaldina, un giovane esemplare recuperato nel corso della prima settimana di giugno, anche in questo caso grazie all’attenzione e alla sensibilità di un privato cittadino che aveva segnalato l’animale in evidente stato di difficoltà.

La seconda, Carlotta recuperata lo scorso 11 agosto in località Giardinelli, ferita dall’elica di un gommone il cui conducente aveva immediatamente avvisato il personale dell’Ufficio Ambiente dell’Ente Parco per prestare soccorso all’animale.

Massimiliano Marras

Pubblicità

UAU MOBILE APP

Vuoi collaborare con noi?

Entra nel team di lamaddalena.TV

Si cercano professionisti che lavorino da remoto (smart-working) con disponibilità immediata.

lamaddalena.TV su Instagram

Connection error. Connection fail between instagram and your server. Please try again

Pubblicità

Pubblicità