Home » News » News » Comunicati Forze dell'Ordine » Arrestati per estorsione: Chiedevano denaro per la raccolta del ferro.

Legione Carabinieri “Sardegna”-Reparto Territoriale di Olbia
Nucleo Operativo e Radiomobile.

Olbia, 11 Novembre 2011.

Nel pomeriggio di ieri, in Olbia, SULEJMANOVIC Bosko e SULEJMANOVIC Brandon (rispettivamente classe ’84 e ’93, di origine bosniaca) sono stati arrestati per aver dato luogo ad un atto estorsivo nei confronti di tre cittadini rumeni impegnati nella raccolta di ferraglia abbandonata.

L’attività si è sviluppata dopo che i tre rumeni, provenienti da Sassari con altrettanti furgoni per raccogliere gli inerti metallici abbandonati, si sono presentati presso il Reparto Territoriale per riferire d’essere stati vittima di un’intimidazione con richiesta di denaro.

Dalla ricostruzione dei denuncianti sulla vicenda, è emerso che loro, raggiunta la località “Sa Corroncedda” di Olbia, avevano poco prima iniziato a caricare della ferraglia lì abbandonata quando alcune persone, di evidente etnia Rom, si sono avvicinate intimandogli di lasciare il materiale dov’era.

I soggetti sopraggiunti, due uomini con una donna ed un ragazzino, li hanno subito accerchiati ed accusati di stare rubando tale materiale, nonostante fosse lasciato in un’area aperta e pubblica, ed hanno preteso del denaro per consentirgli di raccoglierlo. Poiché i cittadini rumeni non erano in possesso della cifra chiesta, ossia trecentocinquanta euro, i soggetti Rom hanno preso uno dei tre furgoni con cui erano giunti da Sassari ed hanno loro intimato di consegnare la somma entro la giornata oppure il mezzo sarebbe stato distrutto.

A seguito dell’attivazione del personale della Sezione Operativa, è stato strutturato un servizio di osservazione per verificare chi si fosse eventualmente presentato all’appuntamento per la riconsegna del mezzo sottratto. Al momento dell’arrivo dei due uomini Rom, che erano accompagnati da una donna ed un minorenne e che stavano riportando effettivamente il furgone sottratto, il personale operante in borghese è intervenuto ed ha proceduto al loro arresto dopo averli identificati.

La donna ed il minorenne, invece, sono stati deferiti in stato di libertà, mentre il mezzo sottratto è stato restituito ai rumeni.

Dopo l’arresto, i due uomini sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Tempio Pausania.

Le contestazioni sono di estorsione tentata e rapina.

IL COMANDANTE (Cap. Alessandro Dominici).

Massimiliano Marras

Pubblicità

UAU MOBILE APP

Vuoi collaborare con noi?

Entra nel team di lamaddalena.TV

Si cercano professionisti che lavorino da remoto (smart-working) con disponibilità immediata.

lamaddalena.TV su Instagram

Connection error. Connection fail between instagram and your server. Please try again

Pubblicità

Pubblicità