Blog

Esilarante diario di bordo dei docenti e degli studenti, in Crociera tra i Parchi con il Nautico di La Maddalena.
 

Porto Ferraio 24 Aprile 2012.

Dalla barca “Blu One”.  Capitano di bordo: Prof.ssa  Pischedda.

Tutto bene dal fronte crociera, esperienza esilarante!

Il mio equipaggio è complesso: ho a bordo due Jacopo (Mura e Rossi) ed un Jacopone (Andelmi) anche se lo spirito mistico non è proprio quello di chi veniva da Todi ; Andreone (Gagliano) albero maestro e non solo per la sua stazza; la coppia Riccardo-Antonio  (Lanzafame –Pauciulo) che la condivisione della stessa cabina ha favorito l’iniziale passione e i due si ritrovano perdutamente innamorati; il tenore Giuseppe  dalla melodica voce, ma devo dire che i suoi acuti non sono tanto forti quanto i miei in classe.

Sono fiera di me perché nonostante le nefaste previsioni fatte da amici parenti e da alunni rimasti in classe neanche un rigurgito sin ora c’è stato ed affronto i marosi con grande dignità, merito forse dell’abilità del nostro skipper Mariolino che mette le ali alla barca stracciando sempre quella del prof. Plastina e di quelli sghembi della 3 A nonché quelli del nautico di Porto Torres  che…..poverini arrivano sempre ultimi nei porti.

La mia autorità a bordo non è ben riconosciuta e lamento lo sfruttamento indecoroso che l’equipaggio mi impone: devo cucinare sempre e tanto, un branco di lupi marsicani è meno affamato.

Al secondo giorno le scorte della cambusa erano già esaurite e nonostante i dileggi iniziali, anche la mia torta è stata divorata sino all’ultima molecola.

Si mangia wurstel con cipolle anche all’una di notte. Andreone  si fa grande onore sul campo.

Scherzi a parte l’esperienza che stiamo vivendo è molto bella, i ragazzi collaborano tutti e dimostrano grande interesse, si è instaurato un buon clima e si socializza molto tra tutti i membri degli equipaggi . Sin ora nessuno screzio.

Con il prof. Plastina stiamo pensando di proporre per il prossimo anno un progetto che può prendere il nome “ A Scuola Per Mare”; IlMillelire itinerante per un anno nel Mediterraneo.

Sponsor fatevi avanti !

Un abbraccio, Prof. ssa Rita Pischedda.

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Le testimonianze degli studenti del Nautico.

GIUSEPPE SERRA.

Abbiamo visitato posti bellissimi e conosciuto persone fantastiche. Questa esperienza mi ha insegnato un nuovo stile di vita: andare per mare e condividere l’imbarcazione con altre persone.

L’unico problema è il risveglio al mattino a causa delle urla della professoressa che ci sveglia con degli acuti mica male, per il resto tutto bene. Auguro un buon vento a tutte le altre barche e nel mentre  io e il mio equipaggio ci prepariamo a solcare il mare.  Aurevoir e buon vento.

JACOPO ROSSI.

Questa crociera è stupenda, l’equipaggio è simpatico, la prof. cucina benissimo, ma si lamenta perché mangiamo troppo e la cambusa si esaurisce molto rapidamente. La navigazione procede a gonfie vele. Ciao mamma.

ANTONIO PAUCIULO.

Io sono il “Passionale Antonio”, responsabile del giornale di bordo; anche se è un po’ in arretrato il  mio compagno di stanza o meglio la mia metà è simpatico e bello come del resto è bello tutto questo viaggio, è un’esperienza unica.

RICCARDO LANZAFAME.

Ciao a tutti sono Riccardo: questo viaggio è stupendo, mi sto divertendo tanto, condivido la cabina con quell’esaurito di Antonio ma quando rientriamo….. lo lascio scherzo ohhh cosa state pensando???!!! Un saluto a tutti!

ANDREONE.

 E come si dice, finchè la barca và lasciala andare e così noi siamo arrivati all’isola d’Elba.

Il mare e le vele un’accoppiata indispensabile per rispettare il mare e la natura che noi esseri umani distruggiamo in continuazione.

PROF PLASTINA.

Andiamo per mare, ci muoviamo con il vento ma chi decide dove…. è sempre Nettuno.

LINDA E MARA.

Le signorine di bordo vi salutano! In questo viaggio siamo stati fortunati ad avere il prof. Plastina che ci fa da chef in modo da caricarci per le manovre in mare. SALUTI LINDA E MARA….!

 MANUEL ANDREOTTI .

Questo è il quinto giorno di questa magnifica esperienza , sono stati giorni di serenità ed armonia sia con il mio che con il resto degli equipaggi.

Questa “crociera” oltre a essere un viaggio d’istruzione è un modo per capire se dopo il diploma nelle nostre vene scorre un po’ di mare.

Commenti

commenti