Blog

Marco Cuccu si dimette da coordinatore cittadino dell’UDC
 

 

 

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

 

Al Segretario Regionale On. Giorgio Oppi

Il sottoscritto Cuccu Marco Battista, in qualità di coordinatore cittadino dell’UDC per la città di La Maddalena

Comunica

Le proprie dimissioni dalla suddetta carica per i seguenti motivi:

a) mancato rinnovamento del partito a livello Nazionale e Regionale;

b) mancata programmazione e coordinamento del Partito a livello Regionale e Provinciale.

Oggi stiamo assistendo a una lenta e inesorabile morte del Partito, che a mio avviso, avrebbe meritato un più alto impegno per una concreta Resurrezione, in virtù di quei valori e principi che da sempre lo scudo crociato ha rappresentato.

Fin dal primo momento in cui, si è prospettato per me l’incarico di coordinatore cittadino per la Città di La Maddalena, ho inteso il mio ruolo squisitamente come servizio alla mia Città e in particolare con l’obiettivo di continuare a occuparmi della vertenza del nostro presidio ospedaliero Paolo Merlo.

E’ con il massimo dell’umiltà ho suggerito a mia volta, una visione della politica in cui valori e idee avessero la predominanza su interessi e ambizioni. Ho sperato in un progetto di rinnovamento che potesse partire dal basso, radicarsi dall’interno di una tradizione orgogliosa ma ormai non più sufficiente da sola ad affrontare le sfide di questa società. Questa visione, mio malgrado, non è riuscita ad oggi ad affermarsi.

Vedo al contrario protrarsi un istinto di conservazione e una logica di separazione del Partito. Si assumono decisioni vitali per il futuro, senza discussione, ci si estranea dal contesto politico e sociale per rinchiudersi in una cerchia sempre più ristretta e quindi sempre più povera di novità e contenuti. In questi mesi ho cercato di fare del mio meglio e l’esperienza maturata in questo contesto mi ha arricchito enormemente sia sul piano politico e professionale, che su quello umano.

Devo ringraziare l’On. Giorgio Oppi e i dirigenti del Partito che mi hanno permesso di fare questa esperienza e che mi hanno accordato la loro fiducia incondizionata. Proprio perché legato dal vincolo della gratitudine, non intendo rinnegare l’obbligo della sincerità nei loro confronti.

Il Partito che custodisce il simbolo dello scudo crociato, può avere un senso, una “ragione sociale”, se saprà, con l’aiuto di tutti, trovare il coraggio di essere all’altezza della sua storia, altrimenti, purtroppo, mancherà alle premesse e alle promesse in cui tanti, io per primo, abbiamo creduto e sperato.

Distinti saluti.

Marco Battista Cuccu

Commenti

commenti