Home » News » News » Comunicati » Tonno Rosso: Il Ministero dispone la chiusura della pesca.

Guardia Costiera- Capitaneria di Porto di La Maddalena-

La Maddalena, 4 Agosto 2011.

Nella giornata odierna il Dipartimento delle Politiche Europee ed Internazionali – Direzione Generale della Pesca Marittima e dell’Acquacultura –  del  Ministero delle politiche agricole e forestali ha decretato anticipatamente (la data prevista era il 15 ottobre) la chiusura della campagna di pesca 2011 del tonno rosso esercitata dalle unità autorizzate alla “pesca ricreativa/sportiva (SPOR) a decorrere dal 07 agosto 2011 con il decreto.

E’ stata quindi già raggiunta e forse superata la quota massimale di prelievo della specie prevista in ambito nazionale da detto Ministero.

Si ricorda che a livello nazionale la quota di tonno rosso prelevabile in toto, ovvero dai pescatori professionali più sportivi per l’anno 2011 è di 1787,91 tonnellate e di queste 50 per i pescatori sportivi.

Nei giorni scorsi personale della Guardia Costiera aveva rinvenuto parti di tonno rosso proveniente da tale ultima tipologia di pesca in esercizi commerciali e ristoranti della Gallura provvedendo a comminare numerose sanzioni.

Ugualmente in mattinata odierna dal controllo delle dichiarazioni di cattura pervenute si sono accertate violazioni alla specifica ordinanza locale che regola tale pesca (obbligo di notifica contestuale alla cattura e dichiarazione all’atto dello sbarco) per altri 16.000 euro.

 “Purtroppo era normale che finisse così”  – sono le dichiarazioni a caldo del Comandante della Guardia Costiera di La Maddalena, Capitano di Fregata Fabio Poletto,  che ha recentemente scoperto un traffico nazionale ed internazionale illegale di detta specie ittica – Quando uno stesso pescatore sportivo ci dichiara – e parlo solo di dichiarazioni certificate ovvero di sbarchi di tonno rosso nei nostri sorgitori senza quindi considerare il tonno non dichiarato o sbarcato in altri porti limitrofi, dove non esiste una ordinanza specifica e dettagliata o controlli frequenti del personale preposto- che ha pescato 7 tonni in una settimana ovvero uno al giorno di 60 kg in media ciascuno è evidente che la quota max di prelievo si raggiunge in breve.

Ma la domanda che mi faccio è un’altra anche ammesso che queste persone che pescano per diletto abbiano famiglie numerose e frigoriferi capienti dove metteranno 3 quintali di tonno a settimana? Ovviamente  la mia è una domanda retorica perché le risposte le troviamo nel territorio”.

Dal 7 agosto, pertanto, chiunque verrà trovato in mare in possesso di tonno rosso sarà assoggettabile ad una sanzione amministrativa fino a  4.000 euro più il sequestro del pescato e degli attrezzi e conseguente avvio di istruttoria per sospensione della autorizzazione alla pesca del tonno rosso.

 Nella foto in allegato l’ultimo sequestro operato nei giorni scorsi dai militari della Guardia Costiera di La Maddalena.

Massimiliano Marras

Pubblicità

UAU MOBILE APP

Vuoi collaborare con noi?

Entra nel team di lamaddalena.TV

Si cercano professionisti che lavorino da remoto (smart-working) con disponibilità immediata.

lamaddalena.TV su Instagram

Connection error. Connection fail between instagram and your server. Please try again

Pubblicità

Pubblicità