Home » News » News » Comunicati Forze dell'Ordine » Rinvenuto hashish e materiale archeologico: Due denunciati.

Legione Carabinieri “Sardegna”-Reparto Territoriale di Olbia

Nucleo Operativo e Radiomobile.

Olbia, 29 Settembre 2011.

COMUNICATO STAMPA.

 Ieri, al termine degli ultimi accertamenti specialistici con la collaborazione della Soprintendenza per i Beni Archeologici per le Province di Sassari e Nuoro, sono stati deferiti in stato di libertà C.R. e C.S. (rispettivamente 27enne e 32enne), trovati con stupefacente, denaro contante e, successivamente, a detenere frammenti di anfore antiche.

L’operazione è scaturita da un controllo stradale della Sezione Radiomobile che, perquisiti i due soggetti a bordo della loro autovettura, hanno subito trovato un pacchetto di sigarette con all’interno due pezzi di hashish del peso complessivo di 11 grammi.

Nel portafogli, peraltro, uno dei due aveva anche 2000 euro in banconote di vario taglio.

Spostata la perquisizione presso le abitazioni, con l’intervento anche della Sezione Operativa, sono stati rinvenuti i classici materiali per la preparazione della sostanza (coltelli con evidenti residui sulle lame, bilancini di precisione), ed una pianta di cannabis indica in fase di essiccazione.

Proseguendo nella perquisizione, i militari hanno rinvenuto, nascosti in una pertinenza delle case, numerosi frammenti di anfore in terracotta.

Avuto il sospetto che il materiale potesse essere di valore archeologico e, quindi, illegalmente detenuto, è stato richiesto l’intervento dei colleghi del Nucleo Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale di Sassari e, grazie al parere tecnico del personale della sopra indicata Soprintendenza a sua volta intervenuto, è stato possibile risalire all’epoca approssimativa dei reperti.

Allo stato attuale risulta che si tratti di antiche anfore romane, verosimilmente all’epoca trasportate via nave. Le incrostazioni rilevate, peraltro, fanno ritenere probabile che il materiale sia stato rinvenuto nei locali fondali marini.

Sono tuttora in corso accertamenti più approfonditi per individuarne in maniera ancor più esatta l’epoca di origine.

Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato, mentre i due soggetti sono stati deferiti sia per la detenzione per fini di spaccio dello stupefacente che per la ricettazione del materiale archeologico.

 Il Comandante, Cap. Alessandro Dominici.

Massimiliano Marras

Pubblicità

UAU MOBILE APP

Vuoi collaborare con noi?

Entra nel team di lamaddalena.TV

Si cercano professionisti che lavorino da remoto (smart-working) con disponibilità immediata.

lamaddalena.TV su Instagram

Connection error. Connection fail between instagram and your server. Please try again

Pubblicità

Pubblicità