Home » News » News » Attualità » Il segretario regionale UIL trasporti sulla vertenza marittimi:”Stranamente, a distanza di mesi, ci si accorge che la Regione è stata assente”.

UILTRASPORTI- Segreteria Regionale Sardegna-Dipart.  Marittimo.

Cagliari 7 Dicembre 2011.

Con stupore e soddisfazione veniamo a conoscenza, tramite organi di stampa, che in data odierna l’Amministrazione comunale di La Maddalena, nel contestare il silenzio da parte della Regione su diverse e tante problematiche che sta vivendo e subendo la nostra collettività, in particolare il tema delicato dei trasporti marittimi, che ha visto 52 corse soppresse e 83 maddalenini che dal 31 Ottobre dopo decenni di servizio alla propria cittadinanza sono rimasti senza lavoro, è pronta a clamorose azioni di protesta nel bloccare la viabilità all’incrocio tra Palau e S. Teresa di Gallura.

Stupore lo manifestiamo perché su dette iniziative siamo stati promotori insieme a tutti i lavoratori Enermar, parte di settori produttivi e concittadini, quando dieci mesi addietro lanciammo le nostre clamorose e forti proteste, ancora in corso, sia nel territorio di La Maddalena, che guarda caso all’incrocio sopra citato e nel seguire a Cagliari, nelle navi degli Indignados, una serie di manifestazioni ed incontri non solo sulla nostra vertenza ma anche a sostegno di altri comparti, con la delusione che nel tragitto di questa drammatica vertenza sono venuti a mancare proprio quelle persone che oggi si accorgono che il sistema del trasporto marittimo locale è tornato indietro di 30 anni, lasciando padri di famiglia sul lastrico e maltrattando il diritto alla mobilità quotidiana di tutti i nostri concittadini, che con enormi sacrifici sono costretti per andare a lavoro o per effettuare visite a svegliarsi ore prima, con il rischio di non riuscire ad imbarcarsi (vedi articoli di molti utenti).

Soddisfazione la manifestiamo sul fatto che oggi, stranamente a distanza di mesi, circa dieci, ci si accorge che la Regione per tutto questo tempo è stata assente nel dare risposte immediate al grido di disperazione di tanti comparti lavorativi, soprattutto in tema dei collegamenti marittimi, questi ultimi di primaria importanza per la doppia insularità che si vive.

Ci domanderemo sempre ed interrottamente il perché non si è intervenuti a suo tempo, quando si evincevano atti e indicazioni da parte dell’Assessorato ai Trasporti che hanno portato a questa drammatica vicenda, che per caduta, è bene ricordarlo, tocca anche tutti quei settori dell’indotto che di trasporti, turismo e scambi commerciali vivono con enormi sacrifici.

1) Cambio di tre Assessori ai trasporti in poco più di due anni (come si fa a costruire e rilanciare un piano dei trasporti in continuità amministrativa in questo modo?)

2) Da Febbraio 2011 e sino a oggi, proroghe mensili, circa 9 o 10, abbiamo perso il conto, senza presentare nessun progetto valido: caro tariffe, consolidamento corse e tutela di tutti i livelli occupazionali, oggi questi tre punti non sono stati ne raggiunti ma addirittura persi!

3) Il perché non si sono espletate le gare da anni, circa 5, che avrebbero comunque regolamentato definitivamente il tutto, includendo obbligo dei servizi, tariffe e clausole sociali di salvaguardia dei lavoratori (vedi accordo nazionale per ex Tirrenia oggi CIN).

Oggi forse qualcuno si dovrà ricredere sulle forti contestazioni, iniziative e diffidenza su promesse delle istituzioni, manifestate dal 17 Febbraio scorso dalla presente sigla, da tutti gli 83 lavoratori e compaesani della Enermar e da parte di qualche comparto e concittadini che in tutti questi mesi hanno adottato una coerente linea a sostegno della nostra Isola.

P. La Segreteria, Giulio Verrascina.

Massimiliano Marras

Pubblicità

UAU MOBILE APP

Vuoi collaborare con noi?

Entra nel team di lamaddalena.TV

Si cercano professionisti che lavorino da remoto (smart-working) con disponibilità immediata.

lamaddalena.TV su Instagram

Connection error. Connection fail between instagram and your server. Please try again

Pubblicità

Pubblicità